ANMICATTIVITANEWSNORMATIVELINKINFO
Archivio Progetti


in corso

2009

2008



Archivio Iniziative


2007

2008



Pubblicazioni


DiversAbilità
la rivista semestrale

ANMIC Vicenza


Altre Pubblicazioni


ANMIC I ATTIVITA' I NEWS I NORMATIVE I LINK I INFO

HOME


Sportelli e Servizi


INFO HANDICAP


Collaborazioni


ORION

PROGETTO DIRITTI ONLUS

FAND



Progetti in corso

Mappatura delle barriere architettoniche
mappatura


"Perchè la vita non sia una corsa ad ostacoli!!!"

Le barriere architettoniche sono quegli ostacoli fisici e senso-percettivi che impediscono alle persone di potersi muovere liberamente nello spazio costruito ed in quello naturale, ad esempio in presenza di marciapiedi troppo stretti o rampe con eccessiva pendenza.

Si tratta di un argomento che tocca direttamente la qualità della vita e la mobilità di tutti, non solo disabili ma anche chi si trova in condizione di temporanea limitazione nella mobilità, nonché anziani e bambini.

L'obiettivo del progetto consiste nel censire e documentare, in alcune località della Provincia di Vicenza, le barriere architettoniche presenti in edifici pubblici, all'interno della viabilità urbana, tra i servizi pubblici e privati, creando una banca dati da mettere a disposizione degli organismi deputati all'abbattimento delle stesse.

A tal fine verrà promosso un Concorso: i cittadini, disabili e non, potranno compilare una cartolina prestampata e pre-affrancata sulla quale indicare il luogo e le caratteristiche della barriera che si intende abbattere. Successivamente personale ANMIC provvederà ad un sopralluogo e compilerà una scheda tecnica da inserire poi nella banca dati informatizzata. Alla fine si procederà alla redazione di un documento di sintesi che sarà “consegnato” all'interno di un Evento Pubblico alle Amministrazioni Pubbliche, ad associazioni di categoria e alla popolazione. Il progetto si propone infine di definire e realizzare un intervento per l'abbattimento di una barriera architettonica scelta tra quelle segnalate sulla base di criteri predefiniti.

cartolina1dicembre
>>Visualizza la news del 1 dicembre 2008

 

Progetti 2009

La filosofia della guida sicura
guida sicura


“Percorso di formazione ed educazione per giovani allievi delle scuole secondarie di secondo grado sulla guida sicura”

Dai dati della Polizia di Stato si evidenzia che circa il 40% degli incidenti stradali coinvolgono persone che hanno assunto dosi oltre la norma di alcool, di questi il 30% sono gravi; ovviamente di queste percentuali si sa che la maggior parte riguarda la popolazione giovanile in quanto i ragazzi hanno meno esperienza, meno competenze alla guida e meno senso di responsabilità.

Il presente progetto intende quindi proporre agli studenti dell'ultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado un percorso che li renda maggiormente consapevoli e responsabili nella guida di automezzi.

Ci sarà un primo momento teorico per apprendere tutte le tecniche necessarie ad una guida sicura in ogni situazione; un secondo momento nel quale piloti professionisti ed amatoriali disabili promuoveranno momenti di “addestramento” pratico alla guida sicura, soprattutto in situazioni di pericolo oggettivo (uso-abuso di sostanze legali e illegali, scarsa competenza nella guida sicura…)

(Progetto finanziato dalla Regione del Veneto Assessorato ai Servizi Sociali e Non Profit)


Telelavoro: un servizio alla portata
telelavoro


Interventi di inserimento lavorativo per disabili (2008)

Il lavoro costituisce uno degli indicatori più evidenti ed importanti per misurare il grado di integrazione di persone svantaggiate e disabili ma spesso l'accesso al lavoro costituisce nel nostro tessuto economico e sociale ancora un ostacolo e una pratica non consolidata.

Il telelavoro rappresenta una diversa modalità di svolgimento della ordinaria prestazione lavorativa e presenta caratteristiche che coincidono perfettamente con il lavoro che possono svolgere le persone disabili. Infatti, con questo tipo di prestazione hanno maggiori possibilità in quanto possono gestirsi autonomamente i tempi e i ritmi di lavoro, ridurre i tempi di spostamento e mobilità, aumentare la propria autonomia e autostima. È un tipo di lavoro che richiede una prestazione intellettuale piuttosto che manuale, gestibile in forma individuale (o facilmente suddivisibili in pacchetti di lavoro), senza bisogno di stretta supervisione. Tra le molte mansioni possiamo ricordare l'analisi e la ricerca (immissione informatica di dati), la produzione e composizione testi, alcuni servizi di segreteria, interviste telefoniche…

Con questo progetto si intende quindi organizzare, attivare e valutare un servizio di telelavoro da mettere a disposizione di agenzie, organizzazioni, imprese ed enti pubblici e promuovere nella comunità una cultura dell'accoglienza e del rispetto dei diritti di persone disabili e/o appartenenti alle categorie di svantaggio.

 

 


Progetti 2008


Tecnologie informatiche per alunni disabili
TECNOLOGIE INFORMATICHE A SCUOLA

Progetto per lo sviluppo dell'uso di tecnologie informatiche con alunni disabili gravi inseriti all'interno delle scuole del territorio dell'alto vicentino.

Dalle scuole e dagli operatori sociali impegnati nell'integrazione scolastica di bambini e ragazzi portatori di handicap arrivano spesso segnalazioni circa la scarsa dotazione di strumentazione tecnologica specifica per lo sviluppo da abilità cognitive, sociali e sulla necessità da parte del personale scolastico per l'acquisizione di competenze specifiche nell'utilizzo di queste attrezzature ai fini didattici e soprattutto di integrazione.

ANMIC Vicenza vuole rispondere a queste richieste e a queste necessità con questo progetto sperimentale che intende acquisire varie postazioni informatiche complete e strumentazione dedicata e specifica per l'utilizzo del computer da offrire ad alcune scuole.

Inoltre, per utilizzare al meglio questi strumenti, verrà; offerta formazione ed addestramento al personale scolastico, nonché consulenza sull'utilizzo dei software, ai fini di una programmazione didattica volta all'integrazione scolastica dei disabili.

(Progetto finanziato dalla Fondazione Cariverona)



>> Scarica la locandina dell'invito

>> visualizza la news del 28 marzo 2008

Queste sono le foto del materiale informatico.
clicca sull'immagine per ingrandirle.