ANMICATTIVITANEWSNORMATIVELINKINFO
Attività


ANMIC I ATTIVITA' I NEWS I NORMATIVE I LINK I INFO

HOME


Sportelli e Servizi


INFO HANDICAP


Collaborazioni


ORION

PROGETTO DIRITTI ONLUS

FAND




I vostri diritti

Dal 34%
Si ha diritto alla fornitura gratuita dei presidi elencati nel nomenclatore-tariffario.
Per poter ottenere la fornitura delle protesi si deve presentare all’ufficio protesi ed ausili della propria ASL la prescrizione di un medico specialista della stessa ASL o di un’altra struttura pubblica.
Per protesi ed ausili non forniti direttamente dal S.S.N. è possibile usufruire dell’IVA ridotta al 4% e in sede di denuncia dei redditi fruire della detrazione del 19% sull’IRPEF.

Dal 46%
Si acquisisce il diritto ad essere iscritti alle liste del collocamento mirato (L.68/99). Sono previste norme speciali per invalidi che partecipano a concorso pubblico.

Dal 67%
Esenzione parziale del ticket.
Tessere abbonamenti scontate, per la circolazione sulle linee autobus nell’ambito del territorio regionale.

■ Dal 74% al 99%
I soggetti dai 18 ai 65 anni titolari di un reddito annuo inferiore a euro 4.382,43 hanno diritto all’assegno mensile di assistenza di euro 255,13 mensili fino al sessantacinquesimo anno di età dopo viene erogata dall’INPS come assegno sociale.

■ Dal 75%
A norma dell’art. 80 della Legge 23 dicembre 2000 n. 388, agli invalidi civili con un grado di invalidità superiore al 74% e ai sordomuti è riconosciuta, a loro richiesta una maggiorazione di due mesi per ogni anno di servizio prestato presso pubbliche amministrazioni, aziende private o cooperative-lavoro, fino ad un massimo di 5 anni.
Il beneficio è concesso in forma di contribuzione figurativa e si applica per le cessazioni di servizio aventi decorrenza non anteriore al 1° gennaio 2002.

■ Dal 100%
Esenzione totale dal pagamento dei ticket per visite specialistiche ed esami di laboratorio.
I titolari di un reddito annuo inferiore euro 14.886,28 hanno diritto alla pensione di inabilità pari ad euro 255,13 mensili fino al sessantacinquesimo anno di età. Dopo viene erogata dall’INPS come assegno sociale.

■ Soggetti non autosufficenti
È prevista l’erogazione dell’ indennità di accompagnamento per coloro che non deambulano o necessitano di assistenza con--tinua.
L’importo mensile per l’anno 2009 è di euro 472,04.
È prevista la possibilità di rilascio, da parte delle ferrovie dello stato, della Carta Blu che permette di viaggiare pagando un solo
biglietto per l’invalido e l’accompagnatore.

■ Minori
I minori di 18 anni hanno diritto all’indennità di frequenza di euro 255,13 mensili se frequentano un istituto scolastico o un centro riabilitativo e hanno un reddito annuo inferiore a euro 4.382,43. Ogni anno si deve presentare alle A.S.L. il certificato di frequenza per il rinnovo della concessione.

■ Permessi e congedi lavorativi
Permessi lavorativi previsti dall’art.3 comma 3 della L. 104/92

1. Permessi ai genitori di figli riconosciuti in situazione di handicap grave ai sensi della Legge 104/92: fino al terzo anno di vita del figlio:

- prolungamento astensione facoltativa L..1204/71;
- permesso di due ore giornaliere;
- congedo straordinario di due anni; dopo il terzo anno di vita e fino al 18° anno di età:
- permesso retribuito per un massimo di tre giorni continuativi o frazionati in 6 mezze giornate al mese;
- congedo straordinario di due anni; dopo il 18° anno di età la madre lavoratrice o il padre lavoratore hanno diritto a tre giorni mensili a condizione che:
- sussista la convivenza;
- in assenza di convivenza, l’assistenza al figlio sia continuativa ed esclusiva.

2. Permessi ai familiari ed affini:

Permesso retribuito di tre giorni continuativi o frazionati o in sei mezze giornate al mese usufruibili da coloro che prestano assistenza con continuità ed esclusività il portatore di handicap.

3. Lavoratori disabili:

Permesso retribuito di due ore giornaliere oppure di tre giorni al
mese continuativi o frazionati o sei mezze giornate al mese.

Aumento della Pensione
I titolari infrasessantacinquenni (cioè con meno di 65 anni) di Assegno mensile di assistenza, Pensione di inabilità, Ciechi civili e Sordomuti, possono aver diritto all’aumento di euro 10,33 sulle prestazioni erogate (ai sensi dell’art. 70, comma 6, L. 388/2000 - Finanziaria 2001) se hanno un reddito personale inferiore a euro 5.451,94 o a euro 11.408,54 se coniugati.

Incrementi al "milione"
I titolari di Pensione di Inabilità (100%) con una età compresa tra i 60 e i 65 anni posso aver diritto all’incremento “al milione”
(ai sensi dell’art. 38 della L. 488/2001 - Finanziaria 2002) qualora abbiano un reddito personale inferiore a euro 7.730,32 o a euro 13.047,97 se coniugati. La maggiorazione per l’anno 2009è di euro 594,64.

■ Addizionale regionale IRPEF
Aliquota dello 0,90% per i disabili aventi un reddito imponibile, ai fini dell’addizionale regionale IRPEF, non superiore a 45.000,00 euro e per i soggetti con a carico fiscalmente, ai sensi dell’art. 12 del D.P.R. 22/12/1986, n. 917, un disabile e aventi un reddito imponibile ai fini dell’addizionale regionale all’IRPEF, non superiore a euro 45.000,00.
Qualora il disabile sia fiscalmente a carico di più soggetti, l’aliquota dello 0,90% si applica solo nel caso in cui la somma dei redditi imponibili, ai fini della addizionale
regionale all’IRPEF, non sia superiore a euro 45.000,00. Per disabile si intende il soggetto in situazione di handicap ai sensi dell’articolo 3 della Legge 05.02.1992, n. 104.

■ Detrazioni per carichi di famiglia
La finanziaria 2007 introduce una detrazione pari a euro 800 per ciascun figlio che viene elevato a euro 900 se di età inferiore a tre anni. Le detrazioni sono aumentate di un importo pari a euro 220 per ogni figlio riconosciuto handicappato ai sensi dell art. 3 della Legge 104/92.

Barriere architettoniche
Adeguamento edifici privati:
- Iva ridotta al 4% - Detrazione IRPEF del 36%
- Contributi statali (L.13/89) e regionali
(L.R.16/07) per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Autoveicoli e parcheggi
- I.V.A. agevolata al 4% sull’acquisto auto e su eventuali adattamenti;
- Possibilità di detrarre dall’IRPEF il 19% della spesa per l’acquisto di autoveicoli e motoveicoli (fino a 18.075,55).
- La detrazione è prevista anche per le riparazioni escluse quelle di ordinaria manutenzione;
- Esenzione della tassa di circolazione;
- Esenzione delle imposte sui passaggi di proprietà;
- Contributi per adattamenti L.R. 16/07 - L. 104/92;
- Contrassegno parcheggio per gli invalidi che hanno una capacità di deambulazione sensibilmente ridotta.

■ Telefonia
- Agevolazioni su cellulare portatile o radiotelefono per auto, esenzione tassa governativa per gli invalidi civili con perdita anatomica o funzionale di entrambe gli arti inferiori, nonché i non vedenti.
- Riduzione 50% dell’importo mensile del canone telefonico ai titolari del contratto se all’interno del nucleo familiare vi sia una persona titolare di pensione di invalidità civile (o anche di pensione sociale, o un anziano al di sopra dei 75 anni di età, o cui il capofamiglia risulti disoccupato).
Tutto ciò solo se l’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non risulti superiore a euro 6.713,96.

■ Ausili tecnici ed informatici
- Per l’acquisto di mezzi necessari alla deambulazione e al sollevamento dei disabili
(es. servoscala) aliquota IVA agevolata al 4%.

- Aliquota agevolata al 4% per i sussidi tecnici ed informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e l’integrazione dei portatori di handicap di cui all’art. 3
della legge 104 del 1992. Rientrano nel beneficio le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche,
elettroniche o informatiche: sia di comune reperibilità, sia apposi-tamente fabbricati.

■ Assegno di cure
È un contributo economico regionale destinato alle persone non autosufficienti che vivono a casa propria. I requisiti per l’accesso al contributo sono:
1 che la persona sia non autosufficiente e sia adeguatamente assistita;
2. Che la situazione economica della famiglia sia contenuta entro certi limiti (fino a giugno 2009 l’ISEE non deve superare euro 14.922,07).